Grumo Nevano, bando pubblico per selezionare e formare Tutori Volontari per minori stranieri non accompagnati da iscrivere in un elenco tenuto dal Tribunale per i Minorenni di Napoli.

Grumo Nevano, bando pubblico per selezionare e formare Tutori Volontari per minori stranieri non accompagnati da iscrivere in un elenco tenuto dal Tribunale per i Minorenni di Napoli.

La Prefettura di Napoli ha chiesto ai Sindaci di diffondere il più possibile l’allegato bando del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Campania, per la selezione e la formazione dei tutori volontari per Minori Stranieri Non Accompagnati (in sigla MSNA) da iscrivere in un apposito elenco tenuto dal Tribunale per i Minorenni di Napoli.
La domanda deve essere inviata con una semplice e-mail (si veda in proposito l’art. 4 del bando) ed è possibile contattare gli uffici del Garante telefonicamente per chiedere ulteriori informazioni e precisazioni (si veda l’art. 9). In ogni caso, gli uffici comunali delle Politiche Sociali sono a disposizione per fornire ulteriori informazioni (gli uffici sono aperti al pubblico il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00 e il martedì ed il giovedì dalle ore 15:30 alle 17:30; telefoni 081.83.27.211 – 081.83.27.225 -081.83.27.244; e-mail: assistenzagrumo@katamail.com).
Nell’invitare gli Enti e le Organizzazioni in indirizzo a diffondere il bando al loro interno,  tra gli associati, e tra coloro che ad esse si riferiscono, si trasmette questa breve scheda informativa. Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA) e Tutori Volontari In Italia nel corso del 2016 sono stati 26.000 i minorenni soli arrivati dopo viaggi pieni di insidie e di pericoli, fuggiti da guerre e povertà, senza adulti di riferimento e in condizione di particolare vulnerabilità e fragilità. Sono stati quasi il doppio di quelli arrivati nel 2015. L’assenza di una rete parentale espone bambini e ragazzi, oltre che al rischio di marginalità sociale, ad un alto rischio di sfruttamento ed è necessario, quindi, garantire loro non solo l’accoglienza, ma anche una effettiva tutela legale, linguistica e culturale, con una adeguata assistenza psicologica ed un percorso che consenta di rielaborare l’esperienza vissuta.
Un importante passo avanti è stato fatto con l’approvazione della Legge n. 47 del 7.4.2017. La nuova legge – unica nell’Unione Europea – stabilisce che “in nessun caso può disporsi il respingimento alla frontiera di minori stranieri non accompagnati”, fissa per i minori soli un limite di 30 giorni di permanenza nei centri di prima accoglienza, l’identificazione del minore entro 10 giorni dall’ingresso e l’accertamento multidisciplinare dell’età, la selezione e formazione dei Tutori Volontari, il rilascio di un permesso di soggiorno, misure specifiche per favorire l’obbligo scolastico e formativo e la preferenza per l’affido familiare piuttosto che l’ospitalità in strutture residenziali (case famiglia, etc.)
Il Tutore Volontario è previsto dall’art. 11 della Legge 47 ed incarna una nuova idea di tutela legale, espressione di genitorialità sociale e di cittadinanza attiva : un tutore non solo per la rappresentanza giuridica della persona di minore età, ma un adulto attento alla relazione e che si fa interprete dei bisogni e dei problemi del minore. La funzione del tutore è gratuita e volontaria e la selezione avviene con un bando pubblico e aperto (aperto vuol dire che il bando non ha scadenza e che si può fare la domanda in ogni momento).
La selezione si articola in tre fasi:
a) la preselezione, con cui i candidati saranno scelti in base ai titoli presentati nella domanda;
b) la formazione, per i candidati che saranno ammessi in quanto soddisfano i requisiti previsti
dal bando, sono previste 30 ore di lezione presso gli uffici del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza
della Campania, che ha sede a Napoli presso la sede del Consiglio Regionale al Centro Direzionale;
c) l’iscrizione nell’elenco dei tutori volontari: i candidati che abbiano portato a termine l’intera procedura di formazione, dopo avere dato il proprio consenso, saranno iscritti nell’elenco dei Tutori Volontari istituito presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli.
L’Amministrazione Comunale ringrazia gli Enti, le Organizzazioni, le famiglie ed ogni singola persona che dedicherà attenzione a questa modalità di accoglienza dei bambini e dei ragazzi che arrivano in Italia senza essere accompagnati da nessuno che possa occuparsi di loro.

Il Sindaco

Dott. Pietro Chiacchio

SCARICA IL BANDO: