Grumo Nevano, NOMINA STAFF SINDACO, cresce la rivolta dei CITTADINI sul web

Grumo Nevano, NOMINA STAFF SINDACO, cresce la rivolta dei CITTADINI sul web

Appena qualche giorno fa, una maggioranza compatta con 11 voti favorevoli ha approvato in consiglio comunale la delibera per la salvaguardia degli equilibri di bilancio e contemporaneamente  la procedura di pre-dissesto, la quale  prevede l’adozione di un piano di riequilibrio dei conti pubblici,  ulteriore tentativo per evitare una dichiarazione di dissesto finanziario, a questo punto sempre più realistica.
Fin qui tutto inevitabile, se non fosse che in tale precario quadro economico, l’amministrazione Di Bernardo in data 12 settemebre 2019 ha pensato bene di assumere il Sig. Giuseppe Landolfo come componente unico nello staff del sindaco, con un costo oneroso per l’intera collettività.
Logica avrebbe voluto che Il sindaco e la sua maggioranza si sarebbero attivati con un massiccio piano di riduzione dei costi con la rimozione dal bilancio  di spese inutili. Infatti alla base di un bilancio equilibrato, soprattutto con l’attivazione della procedura di pre-dissesto appena avviata , per arrivare ad un punto di pareggio, si abbassano i costi oppure  in alternativa si aumentano le entrate comunali….. hanno invece pensato bene di gravare sui cittadini con ulteriori costi, con una mansione che francamente riteniamo inutile.
Nel decreto di nomina si chiariscono i compiti che dovrà avere il neo assunto “compito di segreteria istituzionale a supporto dell’esercizio di funzioni di indirizzo e controllo politico”. Ha supporto dell’incarico appena ricevuto, lo stesso Landolfo,   in un post sui social afferma “occorrono competenze e professionalità a supporto del Sindaco“, articolo integrale [raggiungibile a questo link].
Bene, si fa notare  che il Comune di Grumo Nevano dispone già di professionalità qualificate tra l’altro già operative, a pieno supporto del Sindaco e della Giunta Comunale nonchè di tutti i Consiglieri Comunali,  fin dall’insediamento dell’amministrazione, senza gravare con ulteriori costi sul precario bilancio dell’ente.
Niente di personale ma è PALESE  ritenere che tale nomina risulta completamente INUTILE, almeno in relazione alle mansioni che le sono state attribuite. 

Intanto la notizia ha creato non pochi malumori tra i cittadini che hanno espresso il loro più totale disappunto sui social network, credo a questo punto che l’imbarazzo del Sindaco Di Bernardo  sia evidente, invito a leggere alcune sue dichiarazioni sull’argomento in questo articolo [clicca qui] A tal proposito raccogliamo e riportiamo integralmente il duro commento sui social network  a nome della sua coalizione del Consigliere di opposizione Avv. Angelo CAMPANILE:

” Il sig. LANDOLFO ha preannunciato che fino a Dicembre (l’incarico è previsto fino alla fine del mandato del Sindaco), il compenso sarà devoluto in beneficienza. È pura demagogia quella della beneficienza del compenso.
Cercano di rimediare all’irrimediabile offendendo anche l’intelligenza dei cittadini.
Il problema non è come il sig. LANDOLFO impiega il compenso, se cioè lo utilizza per fini propri e privati oppure se lo devolve in beneficienza (a parte che cristianamente parlando le liberalità non si dovrebbero ostentare, sennò producono comunque un “lucro” in termini di ritorno di immagine e/o anche di voti per chi fa politica).
Il problema è che i soldi escono comunque dal Bilancio dell’ENTE, e sono soldi che, a detta dell’amministrazione, NON SAREBBERO DISPONIBILI.
Pertanto assorbire risorse per un incarico inutile, E INOPPORTUNO data la situazione attuale delle casse dell’ente.
Estremizzando il concetto LANDOLFO fa beneficienza PRIVATA utilizzando FONDI PUBBLICI che il Comune non aveva a disposizione per FARE beneficienza, ma che di fatto ha elargito a LANDOLFO per pagare il suo INUTILE, per noi cittadini, incarico ed il conseguente STIPENDIO.
È un ripiego peggiore del guaio che è stato già fatto adottando il decreto di costituzione dello STAFF del Sindaco.
L’unico rimedio per Di Bernardo è ANNULLARE IL DECRETO; tutto il resto é solo una presa in giro che non può che aumentare l’imbarazzo dell’amministrazione e l’indignazione dei cittadini.

I CITTADINI  ADESSO, ATTENDONO  DI CONOSCERE L’AUTOREVOLE OPINIONE DEL GRUPPO CONSILIARE DEL MOVIMENTO 5 STELLE SULL’ARGOMENTO.