LUIGI GRIMALDI, CANDIDATO A SINDACO DI GRUMO NEVANO ? “non intendo smentire la notizia ma allo stesso tempo non la confermo, ha dichiarato”

LUIGI GRIMALDI, CANDIDATO A SINDACO DI GRUMO NEVANO ? “non intendo smentire la notizia ma allo stesso tempo non la confermo, ha dichiarato”

Poco fa è apparso sulla pagina ufficiale FACEBOOK di Luigi Grimaldi un comunicato, in relazione ad una sua probabile CANDIDATURA A SINDACO DEL COMUNE GRUMO NEVANO alle prossime elezioni Amministrative, che si svolgeranno a fine Maggio 2019. Sulla questione è lo stesso GRIMALDI che chiarisce alcuni punti.
Riportiamo integralmente :

——————————
È trapelata in questi giorni la notizia, diffusa sui giornali, di una mia possibile candidatura a sindaco per il comune di Grumo Nevano, a detta delle testate, candidatura in via di definizione. Nel rispetto del lavoro di tutti e in particolare degli organi di informazione non intendo smentire la notizia ma allo stesso tempo non la confermo, sento più la necessità di condividere delle riflessioni con il territorio e con quanti mi seguono da quasi trent’anni nel mio percorso politico e amministrativo.

Non è un mistero che da sempre mi interesso del territorio, territorio per il quale mi sono sempre speso, inteso nella sua complessità. Ho concetrato la mia vita politica prevalentemente a Frattamaggiore, ho ricoperto ruoli sovralocali nel ruolo di presidente del Consorzio Grumo Nevano – Frattamaggiore, ho origini per metà frattesi e per metà grumesi ma a prescindere da ogni “discendenza” o “titolo”, oggi pensare di interpretare la cosa pubblica come un orticello da coltivare significa ripercorrere gli errori che il passato ci ha consegnato e non mettere in campo politiche discontinue che possano dare risposte certe alla gente e agibilità politica alle amministrazioni attraverso l’intercettazione di fondi attratti da e per tutti i livelli istituzionali.

La politica oggi ha bisogno di mentalità, una mentalità dinamica ed ereditata dal mondo imprenditoriale, una mentalità manageriale. Un’impresa non può immaginare di aumentare il proprio fatturato puntando su un settore e non facendolo dialogare con un altro settore funzionale alla catena di produzione. Per dirla in modo più spicciolo, pensare di portare risultati a Frattamaggiore piuttosto che a Grumo Nevano o ad un altro comune del comprensorio facendoli prescindere l’uno dall’altro significa non portare valore aggiunto a nessuno di questi territori.

Bisogna puntare sull’efficienza, sulle risorse, sulla normalizzazione della macchina amministrativa, sull’ottimizzazione dei costi, sulla progettazione, necessità che vanno inserite in un ragionamento di area poiché rappresentano questioni comuni ed è per questo che non è mai mancato e non mancherà il mio contributo, non solo a Frattamaggiore, ma in tutti i comuni rappresentativi dell’area che si avviano ad importanti appuntamenti elettorali.

La mia esperienza trentennale è a disposizione di quanti intendono rafforzare la rete territoriale tra soggetti rappresentativi, indipendentemente dal ruolo ma portando un contributo alla gestione della cosa pubblica, trasferendo a questa l’impostazione manageriale, ereditata negli anni di esperienza sia dentro che fuori i palazzi delle amministrazioni.