Orta di Atella, la coalizione “Democratici e Riformisti”,  CHIEDE LA SOSPENSIONE DELLE CARTELLE TARI 2018

Orta di Atella, la coalizione “Democratici e Riformisti”, CHIEDE LA SOSPENSIONE DELLE CARTELLE TARI 2018

In data odierna con una comunicazione assunta al protocollo generale dell’ente Comunale N .15874 Del 25/07/2018
I consiglieri comunali: Vincenzo Gaudino, Luca Mozzillo, Espedito Ziello, espressione amministrativa della coalizione politica “Democratici e Riformisti”, in riferimento alle numerose istanze pervenute da parte dei cittadini relativamente alla ricezione delle cartelle di pagamento TARI anno 2018, CHIEDONO AL SINDACO DI ORTA DI ATELLA la sospensione delle cartelle recapitate ai contribuenti e di cogliere l’ occasione per ricalcolare i parametri relativi alla quota TARI 2018 di ogni singolo contribuente.Inoltre prevedere un rimborso relativo a quota parte TARI per la sospensione del servizio di raccolta rifiuti, come accertato dal locale Comando di Polizia Municipale attraverso sopralluoghi corredati da rilievi fotografici; nel rispetto della normativa vigente (art. 1 Legge n. 147 del 27/12/2013 e Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27/01/1994 avente ad oggetto “principi sull’erogazione dei servizi pubblici”).

—————————————————————————————————————————————–
RIPORTIAMO INTEGRALMENTE LA COMUNICAZIONE INVIATA AL SINDACO DI ORTA DI ATELLA:

Prot. Gen. N . 15874 Del 25/07/2018

Al Sig. Sindaco

del Comune di Orta di Atella (CE)

Oggetto: TARI 2018 – osservazioni e richieste

I sottoscritti consiglieri comunali: Vincenzo Gaudino, Luca Mozzillo, Espedito Ziello, espressione amministrativa della coalizione politica “Democratici e Riformisti”, in riferimento alle numerose istanze pervenute da parte dei cittadini relativamente alla ricezione delle cartelle di pagamento TARI anno 2018, avendo gli stessi già sostenuto, nel breve tempo, il pagamento del tributo relativo all’anno 2017, colgono l’occasione per richiedere alla S.V. di garantire una particolare attenzione su tale problematica, tenuto conto della grave crisi economica territoriale e della forte incidenza che le spese relative ai diversi tributi hanno sul bilancio di ogni singola famiglia e di ogni attività industriale, commerciale ed artigianale.

A tal proposito, al solo fine di contribuire a ritrovare le opportune soluzioni per rendere più equo e giusto il carico tributario per ogni singolo contribuente, si suggerisce alla S.V. quanto segue:

  • Allargamento della base tributaria proseguendo il capillare censimento già avviato precedentemente, per ridurre drasticamente l’attuale elevata evasione/elusione relative a tutte le categorie contributive;

  • Valutazione attenta delle esenzioni previste per legge e per tutte le famiglie in difficoltà;

  • Dilazionamento in più rate di pagamento, invece delle tre attualmente previste;

  • Rimodulazione dei parametri relativi alla quota TARI fissa e variabile.

Inoltre viste le frequenti sospensioni della raccolta che si sono verificate e considerato che la ditta che attualmente espleta la raccolta e lo smaltimento non sta fornendo i sottoelencati servizi:

  • Fornitura a domicilio dei sacchetti per la raccolta;

  • Lavaggio settimanale delle strade comunali;

  • Spazzamento eseguito con mezzi meccanici (Spazzatrice);

  • Obbligo acquisto mezzi per la raccolta e lo smaltimento (compattatori e navette) da parte della ditta affidataria dell’appalto.

  • Fornitura contenitori domestici per la raccolta della frazione umida.

I quali concorrono in maniera sostanziosa alla formulazione del costo complessivo dell’appalto.

Tutto ciò premesso

si chiede

alla S.V., per quanto espresso in narrativa, la sospensione delle cartelle recapitate ai contribuenti e di cogliere l’ occasione per ricalcolare i parametri relativi alla quota TARI 2018 di ogni singolo contribuente.

Inoltre prevedere un rimborso relativo a quota parte TARI per la sospensione del servizio di raccolta rifiuti, come accertato dal locale Comando di Polizia Municipale attraverso sopralluoghi corredati da rilievi fotografici; nel rispetto della normativa vigente (art. 1 Legge n. 147 del 27/12/2013 e Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27/01/1994 avente ad oggetto “principi sull’erogazione dei servizi pubblici”).

Nell’augurarci un riscontro urgente e positivo alla presente richiesta, cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti e buon lavoro.

Orta di Atella 24/07/2018

I consiglieri comunali

Gaudino Vincenzo

Mozzillo Luca

Ziello Espedito